PUBLIACQUA: NUOVO AUMENTO DI TARIFFE (e una dritta sul come evitarlo) Di: Fabio Cintolesi

“… La “scusa” è una diversificazione tra utenze di residenti e utenze di non residenti. Cioè se l’utente di Publiacqua non dichiarerà di essere residente, si applicherà una tariffa diversa dall’attuale…” F.Cintolesi

(Immagine da www.lineefuture.it)

Pochi sanno che a brevissimo Publiacqua (che già vanta le tariffe per l’acqua tra le più alte d’Italia e forse del mondo) aumenterà in maniera ancora più forte i prezzi dell’acqua che esce dai nostri rubinetti.

La “scusa” è una diversificazione tra utenze di residenti e utenze di non residenti. Cioè se l’utente di Publiacqua non dichiarerà di essere residente, si applicherà una tariffa diversa dall’attuale.

L’aumento è consistente. Per una famiglia con un consumo di 120 metri cubi (cioè nella media), l’esborso passerebbe da € 404,70 ad € 435,29. Circa 30 euro in più all’anno, cioè quasi l’8% di aumento, senza dare troppo nell’occhio.

Per evitare questo, si deve compilare un modulo che Publiacqua afferma di aver inviato agli utenti (il che può essere), ma che se per caso devi avere, chissà come mai, non esiste! Infatti, nella pagina della modulistica,http://www.publiacqua.it/servizi/modulistica/109 tra i tanti modelli appare anche questo, ma se ci clicchi sopra il link non è attivo!

Per avere questo modellino è necessario chiamare il numero verde (con il tuo numero utente sotto mano) e, in maniera molto decisa, richiedere che questo modellino ci venga inviato via mail. Atttenzione, bisogna essere piuttosto insistenti, perchè all’inizio vengono date informazioni fuorvianti.

Se uno volesse pensar male, verrebbe a mente di essere di fronte ad una delle solite truffette all’italiana, per incassare 2/3 milioni di euro a babbo morto. Ma preferisco pensare ad una serie di sfortunate coincidenze, ahimè mi sembra molto frequenti in queste aziende pubbliche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*