ITALIANI, ARRANGIATEVI! Di: Vittorio Lana

“…L’ospitalità è nel nostro DNA ma se taluno, italiano o straniero, vien qui, mangia a tavola con noi e pretende di darci lezioni di accoglienza, etica e stile, mi pare normale che venga preso a calci nel sedere.Un anno fa scrissi che provare a far passare gli Italiani per razzisti è da idioti: siamo il frutto del più formidabile meticciato del mondo iniziato oltre due millenni fa con l’impero Romano…” V.Lana

Il primo imperatore di colore Lucio Settimio Severo di Leptis Magna fu eletto nel 193.
Ci siamo mischiati in guerra ed in pace con tutti i Popoli del continente, oltre ai nordafricani ed agli Arabi.
L’ospitalità è nel nostro DNA ma se taluno, italiano o straniero, vien qui, mangia a tavola con noi e pretende di darci lezioni di accoglienza, etica e stile, mi pare normale che venga preso a calci nel sedere.
O dobbiamo passare anche per fessi. Capiamoci.
Ora c’è da aggiungere che se ai Partner Eu non piace di stare con noi così come siamo, vogliono ripristinare le frontiere, fanno gli gnorri ed alzano pure la voce, dobbiamo batterli sul tempo come han fatto gli Inglesi.
In dieci anni, con la nostra lira, ce li rimangiamo come nel dopoguerra.

Tutti i Paesi partner Europei fanno cucù sui migranti economici: ci accusano di andarli a prendere per motivi umanitari direttamente dai negrieri al limite delle acque territoriali libiche. Siccome non bastavano le nostre navi, abbbiamo ottenuto anche il naviglio alleato di Frontex, il sistema di avvistamento e localizzazione di Triton più le navi Ong, ma i nostri Partner precauzionalmente hanno cestinato Schengen, chiuso le frontiere con l’Italia e ci restituiscono i migranti clandestini che le superano con gli spalloni.
L’Europa è l’Europa e l’Italia è l’Italia: intanto arrangiatevi, come da nostro costume, poi se ne riparlerà… Cucù
Al limite ci daranno ancora il permesso di sforare il patto di stabilità e d’indebitarci ancora un po’ per l’accoglienza migranti….Cucù


da http://www.ansa.it

Migranti: Partner Ue chiudono a sbarchi in altri porti

Discussione su regionalizzazione del soccorso rimandata

TALLINN – L’apertura di altri porti Ue “non era in discussione, perché non era la sede giusta. Sapete che abbiamo mandato una lettera alla sede formale che ne deve discutere, che è Frontex. In quella sede discuteremo la prossima settimana, è evidente che su questo punto ci sono posizioni contrastanti. L’Italia ha un suo punto di vista, altri Paesi hanno un loro … Leggi articolo intero