INCENERITORI – Lettera a Sveva Sagramola, conduttrice del programma televisivo “Geo & Geo” Di: Dott. Claudio Stambul

FIRENZE – E’ altamente disprezzabile la disinformazione fatta ai danni della  salute e ancora più deprecabile che tale disinformazione venga fatta nelle scuole usando i bambini come veicoli di propaganda

Case Passerini - Un inceneritore da realizza a botte di propaganda

Case Passerini – Un inceneritore da realizza a botte di propaganda

Di seguito il testo della lettera che ho inviato alla Sig.ra Sveva Sagramola, conduttrice del programma televisivo “Geo & Geo”, autrice della presentazione del libretto “Riusi: da rifiuti a risorse”, edito da ETS, promosso dalla stessa conduttrice lo scorso maggio in trasmissione.

Gentile Sig.ra Sagramola,

mi chiedo se Lei, quando ha scritto la presentazione per il testo “Riusi: da rifiuti a risorse” edito da ETS, fosse a conoscenza di quanto compare a pagina 33 dello stesso volumetto, di cui Le invio una screenshot. In quel paragrafo “Lo sai che…”, si sostiene che “in Italia la presenza dei termovalorizzatori (quando dovrebbbero essere più correttamente chiamati “inceneritori”, ndr) non è sempre ben vista dalla popolazione locale che non vuole l’impianto vicino casa e teme effetti dannosi sulla salute ma, oggi, i medici lo smentiscono”. Lei ne era a conoscenza di queste parole? Lo sa invece che al momento non si conosce nessun medico o associazione scientifica che abbia fatto una dichiarazione simile, mentre conosciamo moltissimi medici e organizzazioni scientifiche che affermano il contrario, ovvero che gli inceneritori nuocciono gravemente alla salute? Lo sa che 173 medici generici e specialisti (che lavorano nella Piana Fiorentina) hanno lanciato l’allarme sulle possibili conseguenze che un impianto di incenerimento può causare in termini di salute umana? (appello visionabile qui: http://www.slideshare.net/…/inceneritore-campi-bisenzio-fir…).

Lo sa che associazioni di medici come Medicina Democratica, ISDE e, ultimamente, l’intero ordine dei medici di Pistoia stanno dimostrando la nocività e l’impatto devastante sulla salute dei cittadini e dell’ambiente degli impianti di incenerimento dei rifiuti?
Prendiamo in prestito le parole di ISDE Firenze che, nell’esprimere il proprio disaccordo con il libretto di Quadrifoglio, afferma:

“La popolazione che vive e/o lavora nei pressi degli inceneritori, anche se di ultima generazione, è esposta ad una maggior incidenza di tumori, di aborti spontanei, di nascite pretermine e di basso peso, a contaminazione della catena alimentare. Dai camini vengono emesse sostanze cancerogene che sono pericolose anche a basse dosi, anche se entro i limiti di legge, anche per le future generazioni, perché epigenotossiche, cioè trasmissibili da una generazione all’altra. Gli inceneritori producono enormi quantità di scorie, ceneri e fanghi contenenti sostanze cancerogene”.

Lo sa che a ulteriore riprova del rischio imminente relativamente all’impianto segnaliamo che la ASL 10 ha prescritto un piano di sorveglianza sanitaria per la popolazione residente?
In quanto cittadino residente nella Piana, ritengo che sia altamente disprezzabile il fatto che venga fatta disinformazione ai danni della mia salute, in modo ancora più deprecabile se tale disinformazione viene fatta nelle scuole usando i bambini come veicoli di propaganda. Lo trovo molto squallido, laddove la cosa trova contrasto col livello e gli intenti comunicativi del Suo programma televisivo.
Ci aspettiamo che Lei esprima qualche parola a favore della lotta che noi, cittadini della piana di Firenze, stiamo portando avanti contro chi ci ha condannato a morte certa con la realizzazione di un impianto che per i prossimi 30 anni ci avvelenerà aria, acqua e cibo, con la complicità delle amministrazioni comunali, che anziché favorire davvero le buone pratiche in materia di gestione dei rifiuti (strategia rifiuti zero, raccolta differenziata spinta, riuso e riciclo) sta boicottando spudoratamente la raccolta differenziata, proprio per giustificare la necessità dell’opera.

RingraziandoLa per l’attenzione, Le invio i miei più cordiali saluti.

Dott. Claudio Stambul

Dott. Claudio Stambul
Iscrizione Ordine Psicologi della Toscana n° 6527