CASO FORTETO ALLA CORTE EUROPEA – CHI PAGA I RICORSI DI FIESOLI?! Di: On. Giovanni Donzelli (FdI)

“… dalle carte dei processi e dalle testimonianze unanimi abbiamo appreso che nella cooperativa con il cuore a sinistra gli stipendi rimanevano interamente a disposizione della comunità: Fiesoli era forse “più uguale” degli altri?…” G.Donzelli

Con quali soldi Rodolfo Fiesoli, il pedofilo del Forteto condannato ieri in via definitiva a 14 anni e 10 mesi, sta pagando e pagherà gli avvocati di primissimo livello che lo hanno difeso da molti anni a questa parte, e che oggi apprendiamo continueranno a farlo in un grottesco ricorso alla Corte europea?

Eppure dalle carte dei processi e dalle testimonianze unanimi abbiamo appreso che nella cooperativa con il cuore a sinistra gli stipendi rimanevano interamente a disposizione della comunità: Fiesoli era forse “più uguale” degli altri?

Intanto è ora che Fiesoli vada in carcere: per lui chiediamo che non ci sia neanche un giorno di sconto nella pena.

Ieri la giustizia ha fatto il suo corso, ma il Forteto nasconde tante responsabilità ancora impunite, anche di politici e magistrati. Per questo è urgente l’avvio dei lavori della Commissione d’inchiesta parlamentare ed è assolutamente paradossale che le forze di maggioranza, come il Movimento 5 Stelle, invochino oggi la partenza dell’organismo, istituito da ben otto mesi.

Sono al governo oggi ed erano al governo quando la legge è stata approvata: vorremmo sapere chi dovrebbe attivarsi se non loro.

Queste dichiarazioni sono mirate unicamente a coprire la vergogna nel sedere oggi al governo insieme alla sinistra, che ha contribuito a magnificare l’immagine del Forteto e fatto di tutto per tenere il coperchio su una vicenda indegna.

 


DA;

Donzelli racconta: “Così abbiamo combattuto e vinto la prima battaglia contro gli abusi al Forteto”

giovedì 7 novembre 12:08 – di Giovanni Donzelli*

Era il 2011 quando alcune persone chiesero di incontrarci, avevano trovato il coraggio di parlare dopo decenni di violenze e angherie al Forteto. Allora ero consigliere regionale. Negli stessi giorni … leggi articolo intero