Crea sito

Prato nel Mondo

…per conoscere tutto meglio

Month: agosto 2016 (Page 1 of 8)

Fertility day Di: Daniele Gostini

Forse la “trovata” del ministro Lorenzin e le iniziative nei molti comuni d’Italia, ancorché pagate con i soldi pubblici, non contribuiranno a far risalire il PIL e l’occupazione come i terremoti (vero ministro Del Rio?) ma solamente a far indignare ancora di più le donne che si ritrovano come fossero oggetti. 

IMG_20160831_195346

Tra le altre varie notizie, ce ne è stata una che ha colpito la mia attenzione: il FERTILITY DAY il 22 ottobre prossimo. Lì per lì, subissato dal lavoro, l’ho scambiata per il Mukky Day, la giornata dove la Centrale del Latte apre al pubblico. Ma è stato un attimo, anche perché stentavo a credere che il governo adottasse una campagna nostalgicamente mussoliniana per incentivare le nascite, poi invece mi sono dovuto arrendere all’evidenza (Mussolini avrebbe scritto “il numero è potenza” e non avrebbe usato hashtag # e inglesismi che fanno tanto cool)

Ma davvero stiamo scherzando? Perfino quel mostro di simpatia di Saviano giudica la trovata un insulto a chi non riesce a procreare e a chi vorrebbe ma non ha lavoro per l’incapacità politica di creare posti di lavoro. Forse la “trovata” del ministro Lorenzin e le iniziative nei molti comuni d’Italia, ancorché pagate con i soldi pubblici, non contribuiranno a far risalire il PIL e l’occupazione come i terremoti (vero ministro Del Rio?) ma solamente a far indignare ancora di più le donne che si ritrovano come fossero oggetti. Ripeto il concetto espresso: oggetti!
Basta andare nel sito internet dedicato all’iniziativa per scoprire il concetto di “colpa”, la scarsa fertilità, i comportamenti scorretti, i rimedi suggeriti dallo Stato orwelliano. Normale? Forse. Se non fosse simpaticamente introdotto da uno stupido giochino (anche questo hashtaggato in inglese) che indica alla donna oggetto, il proprio grado di “fertilità”: il FERTILITY GAME.
Il gioco ti fa scegliere obbligatoriamente una icona secondo degli stereotipi da terza elementare: spermatozoo azzurrognolo e ovulo ovviamente di un bel rosa acceso con occhi contornati da ciglia lunghe.
Basterebbe già per indignare non solo le donne ma anche gli uomini. Ma andiamo avanti…
Il giochino ti educa a vincere solo se becchi spermatozoi o ovuli ed eviti altro che possa farti diventare non “fertile”. Se per disgrazia nasci “sterile” ovviamente non puoi neppure giocare (che vergogna!!) è questo approcciarsi non aiuta certo le nuove generazioni, perché se è vero che il virtuale sia “very young” è anche vero che a nessuno piace passare per sterile o frigida solo perché te l’ha detto un app.
A suggello di tutto questo mi chiedo: esisterà un game anche per la ricostruzione delle zone terremotate e per dirottare gli aiuti solo a chi partecipa?
Almeno in quest’ultimo caso, Dio ce ne scampi!!

Autostrada Firenze- Mare - A chi serve una terza corsia tolti quelli che devono costruire?...

TERZA CORSIA A11/ La RUOTA DEGLI ESPROPRIATI Di: Daniele Baldi

 

ECCO I TERRENI CHE AUTOSTRADE ESPROPRIERÀ PER RAGIONE DI “PUBBLICA UTILITA'”…

Autostrada Firenze- Mare - A chi serve una terza corsia tolti quelli che devono costruire?...

Autostrada Firenze- Mare – A chi serve una terza corsia tolti quelli che devono costruire?…

Comune di PRATO:
A. & G. S.R.L. con sede in PRATO Fg. 83 Mapp. 2262 – AHMETOVIC Lidya nata a PRATO il 19/03/1973 Fg. 84 Mappali 1225, 1226 – ALBINI & PITIGLIANI S.P.A. con sede in FIRENZE Fg. 81 Mapp. 52 – ALLEGRIA Moreno nato a PRATO il 22/12/1964 MILONE Carmela nata a PRATO il 03/08/1965 Fg. 73 Mapp. 1193 – AZIENDA UNITA’ SANITARIA LOCALE N.4 DI PRATO con sede in PRATO IMMOBILIARE ALFA CASA DI BENELLI MERI MARIA E C. S.A.S. con sede in CARMIGNANO CONFEZIONI GIM DI BETTAZZI E RICCI E C. S.N.C. con sede in PRATO DE SIMONE Antonio nato a SOMMA VESUVIANA il 06/09/1948 IOVINO Emilia nata a SOMMA VESUVIANA il 04/01/1955 BORRI AND PARTNERS S.R.L. con sede in PRATO PRESENTINI Danilo nato a CORTONA il 14/10/1957 DE CRISTOFARO Teresa Maria nata a NAPOLI il 03/09/1957 VITTORELLI Ciro nato a NAPOLI il 28/06/1956 NANNINI Massimo nato a PRATO il 14/10/1964 STRADA Manuela nata a BUONCONVENTO il 27/05/1965 CHITI Alessandro nato a PRATO il 18/07/1958 FINEDIL IMMOBILIARE MADONIE S.R.L. con sede in CASTELLANA SICULA S.R.L.EUROPA IMMOBILIARE DI BASILE IACOBACCI con sede in PRATO FILATURA CAVACIOCCHI GIOVANNI DI CIOTTOLI VALERIA E C. – S.A.S. con sede in MONTEMURLO INTESA SANPAOLO PROVIS S.P.A. con sede in ROMA PAPINI RENZO & GUIDO – S.N.C. con sede in PRATO AMERINI Simona nata a PRATO il 04/02/1963 ROMOLINI Daniela nata a CAMPI BISENZIO il 04/03/1962 Fg. 82 Mapp. 1258 – ANSELMI Graziano nato a CORTONA il 15/05/1955 Fg. 55 Mapp. 297 – ARESU Maria Carmine nata a SILIUS il 16/07/1959 AUCIELLO Antonio nato a FIRENZE il 17/09/1958 BRESCIA Vincenzo nato a FRANCAVILLA IN SINNI il 10/07/1960 Fg. 73 Mapp. 1354 – ASM SPA AMBIENTE SERVIZI MOBILITA’ CON SEDE IN PRATO con sede in PRATO Fg. 73 Mapp. 1388 Fg. 81 Mappali 1319, 1320 – BALDANZI Daniela nata a PRATO il 10/08/1954 Fg. 73 Mapp. 538 – LOBOZZO Carlo nato a PRATO il 07/10/1975 BALDANZI Daniela nata a PRATO il 10/08/1954 LOBOZZO Ilaria nata a PRATO il 03/06/1974 Fg. 73 Mapp. 344 – BALDESI Roberto Pietro nato a PRATO il 30/12/1946 SETTESOLDI Isarina Ermelinda nata a PRATO il 13/11/1921 Fg. 83 Mapp. 40 – BALLERINI Roberta nata a FIRENZE il 21/09/1964 GORI DEGLI INNOCENTI Renato nato a PRATO il 26/07/1974 Fg. 84 Mapp. 28 – BANCHELLI Fortunato nato a PRATO il 27/07/1930 Fg. 70 Mappali 114, 423 – BANCHELLI Lino Carlo nato a PRATO il 06/07/1936 Fg. 70 Mapp. 823 – BANCHELLI Luca Francesco nato a FIRENZE il 20/10/1987 BETTAGLI Lucia Annunziata nata a PRATO il 25/06/1944 Fg. 70 Mapp. 1220 – BANCHELLI Remo nato a PRATO il 25/12/1944 Fg. 70 Mapp. 1043 – BARTOLETTI Elia nata a PRATO il 25/02/1941 LANGIANO Mariannina nata a SAN MARTINO IN PENSILIS il 18/11/1939 LATTARI Alba nata a PAOLA il 27/11/1954 MAFFII Paola nata a PRATO il 06/02/1943 SCUCCHI Adriana nata a CETONA il 03/05/1944 ZALCETTI Rosalia nata a LORO CIUFFENNA il 05/09/1940 Fg. 81 Mapp. 1277 – BARTOLINI Marco nato a PRATO il 18/12/1960 LUCHETTI Mauro Alfonso nato a PRATO il 03/06/1925 Fg. 55 Mappali 303, 304, 306, 307, 633 – BARTOLOZZI Luciano nato a PRATO il 08/02/1956 BARTOLOZZI Nadia nata a PRATO il 22/07/1954 BARTOLOZZI Sandra Rita nata a PRATO il 28/07/1951 Fg. 55 Mapp. 112 Fg. 56 Mapp. 52 – BASARRI Adolfo nato a CORTONA il 04/04/1942 IGNESTI Irma nata a PRATO il 06/07/1941 Fg. 73 Mapp. 671 – BECHINI Gabriella nata a FIRENZE il 02/02/1938 CINI Stefano nato a CALENZANO il 22/08/1938 VIGNOZZI Emily nata a FIRENZE il 08/12/1988 Fg. 73 Mapp. 1054 – BELLI Pierina nata a BARBERINO DI MUGELLO il 26/12/1931 PICCHI Alessandro nato a PRATO il 16/06/1959 PICCHI Alessandro nato a PRATO il 16/06/1959 Fg. 73 Mapp. 96 – BELLOCCI Licinia nata a PRATO il 20/09/1908 FAGGI Neda;MARIA nata a PRATO il 08/07/1937 FAGGI Nedo nato a PRATO il 25/05/1931 Fg. 85 Mapp. 135 – BELLUCCI COSTRUZIONI S.R.L. con sede in PRATO Fg. 86 Mapp. 1612 – BENCINI Nella nata a BARBERINO DI MUGELLO il 23/05/1905 GIANNINI Giuseppe nato a BARBERINO DI MUGELLO il 06/03/1930 GIANNINI Wilma nata a BARBERINO DI MUGELLO il 27/05/1928 Fg. 70 Mapp. 397 – BENELLI Alice nata a GERMANIA il 08/07/1922 BENELLI Giorgio nato a PRATO il 04/05/1928 Fg. 81 Mapp. 34 – BENVENUTI Cristiano nato a SANTA CROCE SULL’ARNO il 07/05/1944 BENVENUTI Elena nata a PRATO il 22/11/1971 BENVENUTI Matteo nato a PRATO il 01/10/1975 PACINI Alessandra nata a PRATO il 30/04/1947 Fg. 85 Mapp. 332 – BERNARDINI Fernanda nata a CAPRESE MICHELANGELO il 17/10/1943 ROSADI Alfiero nato a CAPRESE MICHELANGELO il 13/03/1933 Fg. 81 Mappali 410, 957 – BERNI Alfa Giuseppa nata a PRATO il 16/03/1938 PAGNINI Cristina nata a PRATO il 01/01/1965 PAGNINI Mauro nato a PRATO il 02/06/1969 PAGNINI Tiziana nata a PRATO il 10/08/1962 Fg. 83 Mappali 1958, 339, 366, 369 – BERNI Laura nata a BARBERINO DI MUGELLO il 28/10/1956 BETTAZZI Claudio nato a PRATO il 28/02/1954 Fg. 82 Mapp. 302 – BETTAZZI Enzo;NATO A PRATO nata il 24/09/1927 Fg. 73 Mapp. 441 – BI BIASE Carmine nato a SANT’EUSANIO DEL SANGRO il 03/02/1930 DI BIASE Emidio nato a CASTEL FRENTANO il 23/11/1957 Fg. 82 Mapp. 1314 – BIANCHI Emanuele nato a PRATO il 25/04/1981 BIANCHI Simone nato a PRATO il 15/07/1978 Fg. 55 Mapp. 849 – BIGAGLI Serena nata a PRATO il 02/03/1967 Fg. 55 Mapp. 757 – BINI Norina nata a MONTALE il 20/08/1912 GUARDUCCI Giulietta nata a PISTOIA il 04/07/1964 Fg. 32 Mapp. 134 – BINI Riccardo Giuseppe nato a PRATO il 28/05/1954 BINI Tiziana Maria nata a PRATO il 21/04/1958 PELLEGRINI Flora Maria nata a CAMPI BISENZIO il 16/05/1928 Fg. 84 Mappali 198, 227 – BNP PARIBAS LEASE GROUP S.P.A. con sede in MILANO Fg. 81 Mappali 1322, 1389, 1391, 173, 178, 357, 443, 49, 50, 51, 53, 548 – BONCIOLI Ugo nato a ROCCASTRADA il 25/10/1936 Fg. 84 Mappali 412, 427 – BORCHI Alberta nata a PRATO il 24/02/1949 BORCHI Alessandra nata a FIRENZE il 14/06/1968 BORCHI Claudia nata a FIRENZE il 25/06/1970 BORCHI Silvia nata a FIRENZE il 22/11/1972 Fg. 85 Mappali 218, 37, 492 – BORCHI Anna nata a CALENZANO il 10/05/1946 GHERI Barbara nata a PRATO il 16/01/1972 GHERI Cristiana
4 di 14 27/08/2016 10:14
Espropri – Autostrade per l’Italia S.p.A.http://www5.autostrade.it/espropri-wcm.nsf/vwESPDT/983366BFA
nata a PRATO il 21/03/1974 GHERI Moreno Giuseppe nato a PRATO il 15/08/1945 Fg. 86 Mapp. 1483 – BORSINI Maria Carmela nata a FIRENZE il 24/09/1958 BORSINI Maria Carmela nata a FIRENZE il 24/09/1958 BORSINI Silvia nata a FIESOLE il 22/07/1952 BORSINI Silvia nata a FIESOLE il 22/07/1952 BORSINI Stefano nato a FIRENZE il 15/02/1949 BORSINI Stefano nato a FIRENZE il 15/02/1949 CIPRIANI Carla nata a FIRENZE il 30/06/1926 Fg. 72 Mapp. 144 – BRIENZA Felicita nata a MONTELEONE DI PUGLIA il 11/04/1935 VISCONTI Rocco nato a PRATO il 18/06/1957 Fg. 82 Mapp. 1178 – CACIOLLI Alessandro nato a PRATO il 08/02/1958 CACIOLLI Donatella nata a PRATO il 19/03/1960 CASTELLANI Maria nata a CAMPI BISENZIO il 02/09/1930 CACIOLLI Italo nato a PRATO il 30/01/1900 CACIOLLI Otello nato a PRATO il 27/07/1931 FRAER LEASING S.P.A. con sede in BOLOGNA CACIOLLI Selvaggia nata a PRATO il 10/10/1990 PAGNINI Alessio nato a PRATO il 30/01/1990 CACIOLLI Massimo nato a PRATO il 02/06/1964 Fg. 85 Mapp. 199 – CAMPANI Franca nata a PRATO il 21/12/1932 Fg. 73 Mapp. 1407 – CAMPINOTI Elba nata a MONTAIONE il 28/09/1922 MATTEI Lorenzo nato a CANTAGALLO il 10/08/1921 Fg. 73 Mapp. 932 – CANGIOLI Andrea nato a FIRENZE il 30/12/1965 CANGIOLI Giulia nata a FIRENZE il 07/01/1962 CANGIOLI Marta nata a FIRENZE il 23/02/1967 CANGIOLI Silvia nata a FIRENZE il 22/06/1957 Fg. 73 Mappali 1456, 1646 – MEDIOCREDITO ITALIANO S.P.A. con sede in MILANO S.R.L. IMMOBILIARE SAN NICCOLO’ con sede in AGLIANA CARDINI Alfio nato a PRATO il 30/08/1956 DOLFI Stefano nato a PRATO il 31/10/1965 AGOSTINI S.R.L. F.LLI PACI S.N.C. DI PACI UMBERTO & C. PRATO FASCIGLIONE FRATELLI DI FASCIGLIONE VITO, DONATO E PASQUALE S.N.C. con sede in PRATO LAZZERINI Mauro nato a CERTALDO il 19/09/1947 Fg. 41 Mapp. 209 – DELLA RATTA Pasquale nato a DUGENTA il 28/08/1946 CASAROTTO Nicla Maria nata a PRATO il 29/08/1948 Fg. 83 Mapp. 387 – CASTAGNOLI Fausto nato a PRATO il 06/07/1973 CASTAGNOLI Serena nata a PRATO il 04/04/1967 CASTAGNOLI Chiara nata a PRATO il 11/10/1977 CASTAGNOLI Elisa nata a PRATO il 02/01/1975 CASTAGNOLI Gianni nato a PRATO il 01/03/1970 CASTAGNOLI Sabrina nata a PRATO il 01/08/1974 Fg. 70 Mappali 1111, 205, 207, 748 – CASTAGNOLI Fausto nato a PRATO il 06/07/1973 CASTAGNOLI Fernando nato a PRATO il 10/02/1945 CASTAGNOLI Serena nata a PRATO il 04/04/1967 DELLO RUSSO Amelia nata a CHIUSANO DI SAN DOMENICO il 25/06/1946 MOROSI Domenico nato a TAVARNELLE VAL DI PESA il 22/10/1963 Fg. 70 Mapp. 80 – CASTAGNOLI Giorgio nato a PRATO il 27/11/1927 Fg. 70 Mapp. 503 – CECCHERINI Maria nata a SESTO FIORENTINO il 24/08/1935 SALVI Lido nato a PRATO il 03/09/1934 Fg. 82 Mapp. 528 – PAOLI Paolo nato a PRATO il 16/12/1932 CECCHI Ivana nata a PRATO il 20/02/1932 CENEDA Guido nato a SUSEGANA il 23/10/1923 GIORGI Alessandro nato a PRATO il 27/09/1969 GIORGI Andrea nato a PRATO il 02/08/1958 MARTINI Tosca nata a PRATO il 08/02/1935 MEARELLI Fedora nata a CITTA’ DI CASTELLO il 13/04/1930 TASCHINI Giovan Battista nato a CITTA’ DI CASTELLO il 15/01/1955 TASCHINI Giovan Battista nato a CITTA’ DI CASTELLO il 15/01/1955 TASSELLI Brunetta nata a PRATO il 31/05/1906 Fg. 83 Mapp. 402 – CECCONI Alice nata a PRATO il 13/01/1927 Fg. 70 Mapp. 970 – CECCONI Alice nata a PRATO il 13/02/1927 CECCONI Lida nata a PRATO il 11/07/1924 Fg. 70 Mapp. 969 – CECCONI Angiolo nato a PRATO CECCONI Francesco nato a PRATO il 09/02/1939 CECCONI Margherita nata a PRATO il 19/06/1931 Fg. 70 Mapp. 584 – CECCONI Antonella nata a PRATO il 10/03/1959 CECCONI Elisabetta nata a FIRENZE il 05/01/1965 FRATINI Renata nata a PRATO il 06/01/1929 Fg. 73 Mappali 1631, 1632, 516 – CECCONI Lando nato a PRATO il 26/06/1930 Fg. 70 Mapp. 1047 – CECCONI Leonardo nato a PRATO il 21/02/1957 CECCONI Luigi nato a PRATO il 09/01/1949 CECCONI Saverio nato a PRATO il 03/08/1952 Fg. 70 Mappali 438, 778 – CECCONI Lida nata a PRATO il 11/07/1924 Fg. 70 Mapp. 971 – CECCONI Marcello Giuseppe nato a PRATO il 28/03/1947 TOCCAFONDI Anna Maria nata a CARMIGNANO il 02/10/1947 Fg. 81 Mapp. 585 – CECCONI Patrizia nata a PRATO il 12/06/1950 CECCONI Rolando nata a PRATO il 09/04/1918 Fg. 70 Mapp. 295 – ”CENTRAL NORD PRATO – S.R.L.” con sede in AGLIANA Fg. 85 Mappali 1067, 671 – CHECCACCI S.R.L. con sede in PRATO Fg. 83 Mapp. 152 – CIPRIANI Luciana Severina nata a SORGA’ il 26/08/1944 MASSAI Giovanni Rodolfo nato a PRATO il 13/02/1941 MASSAI Nicoletta nata a PRATO il 02/08/1967 Fg. 83 Mappali 41, 685, 686 – CO.F.I.MA. SPA con sede in PRATO Fg. 86 Mappali 1450, 1457, 1459, 1465, 1467 – COLLOTTO Angela nata a PRATO il 29/07/1969 COLLOTTO Paolo nato a PRATO il 06/06/1964 COLLOTTO Roberta nata a PRATO il 06/10/1961 DROVANDI Silvana nata a CARMIGNANO il 04/07/1933 Fg. 72 Mapp. 1026 – COLZI Liliana Fedora nata a PRATO il 27/10/1921 GELSOMINI Lucia nata a PRATO il 13/12/1952 GELSOMINI Renzo nato a PRATO il 22/12/1953 GUASTI Daniela nata a PRATO il 15/10/1949 GUASTI Diva nata a PRATO il 06/08/1941 GUASTI Divaldo nato a PRATO il 20/01/1940 RISALITI Carlo nato a PRATO il 11/12/1934 Fg. 84 Mapp. 26 – COMAIR ARIA COMPRESSA DI GIOVANNI STORNI & C. – S.A.S. con sede in FIRENZE Fg. 85 Mappali 133, 398 – COMUNE DI PRATO COMUNE DI MONTEMURLO Fg. 55 Mapp. 725 – COMUNE DI PRATO Fg. 55 Mappali 217, 218, 275, 7, 864, 868, 9 Fg. 72 Mappali 1029, 1052, 109, 110, 111, 117, 126, 145, 1492, 476, 492, 496, 510, 715, Fg. 81 Mappali 1003, 931 Fg. 82 Mappali 1095, 1096, A Fg. 84 Mappali 1224, 1227 Fg. 85 Mappali 557, 561, 659, 660, 783 – CONSORZIO DI TOBBIANA con sede in PRATO Fg. 72 Mapp. 1799 – COOPERATIVA ARTIGIANA GORA DEL PERO SRL CON SEDE IN PRATO Fg. 81 Mapp. 1208 – COOPERATIVA AUTOTRASPORTI PRATESE SOCIETA’ COOPERATIVA con sede in PRATO Fg. 83 Mappali 2282, 2287 – COOPERATIVA EDIFICATRICE PRATO NORD ‘ 88 SOCIETA’ COOPERATIVA A RESPONSABILITA’ LIMITATA con sede in PRATO Fg. 72 Mappali 1806, 1808, 1810 – DAINOTTO Francesco nato a FRANCIA il 29/11/1959 LEONI Agata nata a SANT’AGATA FELTRIA il 22/12/1964
Fg. 70 Mappali 391, 574 – MASCIULLI Stefano nato a PRATO il 08/09/1963 MASCIULLI Valentino nato a PRATO il 19/08/1962 D’ALO’ Rita nata a PALMOLI il 11/04/1940 Fg. 73 Mappali 724, 736 – D’ALOISIO Franco nato a PRATO il 15/06/1969 Fg. 81 Mapp. 575 – D’ANDREA Daniele nato a PRATO il 25/04/1982 Fg. 73 Mappali 2065, 2066 – DE SANTIS Riccardo nato a PALMOLI il 11/09/1928 MORO Nicoletta nata a LENTELLA il 15/03/1947 Fg. 73 Mapp. 509 – DELLA RATTA Pasquale nato a DUGENTA il 28/08/1946 Fg. 83 Mapp. 388 – DEMANIO PUBBLICO DELLO STATO PER LE OPERE IDRAULICHE DI SECONDA CATEGORIA Fg. 72 Mappali 526, 528 Fg. 86 Mappali 1260, 185 – DURGONI Roberto nato a PRATO il 04/05/1974 Fg. 84 Mapp. 1101 – EDIL-GIULIANO S.R.L. con sede in PRATO Fg. 82 Mapp. 526 – COLLOTTO Angela nata a PRATO il 29/07/1969 COLLOTTO Paolo nato a PRATO il 06/06/1964 COLLOTTO Roberta nata a PRATO il 06/10/1961 DROVANDI Silvana nata a CARMIGNANO il 04/07/1933 ALIMI ADEL nato a TUNISIA il 08/06/1970 Fg. 72 Mapp. 1186 – BARTOLOZZI Nadia nata a PRATO il 22/07/1954 IMMOBILIARE CASERANE S.P.A. con sede in PRATO CHIARA IMMOBILIARE S.N.C. DI FORASTIERO EGIDIO & C. BIGAGLI ROBERTO nato a PRATO il 16/07/1946 ROSATI RENZA nata a PRATO il 19/12/1937 NICCOLAI ROLANDO nato a PRATO il
5 di 14 27/08/2016 10:14
Espropri – Autostrade per l’Italia S.p.A.http://www5.autostrade.it/espropri-wcm.nsf/vwESPDT/983366BFA

14079673_1074153812634576_9115709933869920072_n

RENZI/ Aggiornamenti sulla VICENDA ROLEX Di: Laura Bottici (M5S)

 Tempi duri per la trasparenza

14079673_1074153812634576_9115709933869920072_n

aereoporto-firenze-duomo

NUOVO AEROPORTO DI FIRENZE – Chiesto lo STOP AL RICORSO ed avvio nuovi confronti

Protocolalta dai comitati la richiesta a Sindaci e Consiglieri delle Istituzioni locali di proporre, nei rispettivi Consigli e  Istituzioni, Ordini del giorno nei quali si chieda
espressamente al Presidente della Regione Toscana di non procedere alla presentazione del Ricorso contro la Sentenza del TAR Toscano

aereoporto-firenze-duomo

 

 

Ai Consiglieri del Consiglio Regionale della Toscana

Ai Membri del Comitato dell’Area Metropolitana di Firenze e Prato

Ai Sindaci dei Comuni della Piana di Firenze e Prato

Ai Presidenti dei Consigli Comunali della Piana di Firenze e Prato ed ai relativi Gruppi

Consiliari

Ai Consiglieri dei Consigli di Quartiere di Firenze

Piana di Firenze/Prato/Pistoia, 28 Agosto 2016

Il Coordinamento dei Comitati ed Associazioni contro il Nuovo Aeroporto di Firenze, avendo appreso dalle dichiarazioni del Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi che è Sua intenzione presentare ricorso avverso la sentenza del TAR della Toscana n.1.310 del 2016 (all. estratto §1)che ha annullato l’atto di integrazione al Piano di Indirizzo Territoriale (PIT) n.61 del 2014 su Parco Agricolo della Piana e sottostante qualificazione aeroportuale.

PRESO ATTO CHE

Nella Sentenza del TAR della Toscana vengono accolte tante censure sul procedimento ed in particolare sulla procedura di valutazione VAS con le relative incongruità che avrebbero permesso poi di aprire alla procedura di VIA Ministeriale per la Nuova Pista, rimarcando tuttavia che il Procedimento VIA è sottostante a quello di VAS, come il Parco Agricolo della Piana “ soggetto ordinatore” è sovrastante al Nuovo Aeroporto.

PRESO ATTO CHE

Riguardo alla correttezza “ dei ruoli amministrativi” e dei loro pareri vogliamo evidenziare che il Nucleo di VIA Regionale, con il parere n.110/2015 (all. estratto §2) ha evidentemente ritenuto il progetto dell’ aeroporto sottoposto a VIA carente, anche sotto il profilo istruttorio, visto che le carte attestano di non poter esprimere nessuna valutazione sulla sua compatibilità ambientale, ma la Giunta Regionale, ribaltando la valutazione dei propri tecnici, a quello scopo proprio nominati, quindi di fatto “demansionandoli tecnicamente nei compiti a loro assegnati”, ha invece espresso parere positivo. Per giunta quanto statuisce il parere tecnico del Nucleo VIA è incontrovertibile senza possibilità di interpretazioni diverse “Parere Negativo – Non procedere con la Valutazione VIA – Incompatibilità, quindi l’intera procedura è da ritenersi illegittima”, aggiungendo pure che la legge impone la presentazione di un progetto definitivo e non un masterplan, per la
mancanza del piano di caratterizzazione delle terre di scavo, ma attestava ulteriormente una cosa fondamentale, ovvero che “nessuno aveva valutato e/o fatto istruttorie” sulla “sicurezza della navigazione aerea, in quanto di competenza “ di soggetti TERZI (ENAC), come evidenziato nel “parere”, soggetti ai quali abbiamo più volte richiesto e reiterato chiarimenti tecnico-istruttori sempre volutamente elusi.

PRESO ATTO CHE

Con documento DCC/VIA/2003/0676/04-11-2003 (all. §3) veniva espresso parere
favorevole di VIA per il Masterplan 2003/2009 che doveva prevedere l’allungamento della Pista attuale a 2000m/Pista Rullaggio/Riduzione impatto acustico, con obbiettivi “Scenario tendenziale di passeggeri 4,M pax” (progetto volutamente mai messo in atto) quasi similare al “quadro di traffico B” proposto oggi per il Nuovo Aeroporto come riferimento traffico/movimenti sia per valutazione emissioni in atmosfera come per traffico passeggeri (4,5 M pax)

PRESO ATTO CHE

La Variante PIT e le documentazioni a corredo stabilivano la funzionalità e la classificazione del Nuovo Aeroporto come “City Airport 3C per velivoli di classe”, ma che al di la delle dichiarazioni programmatiche il “Masterplan preliminare” sottoposto a VIA prevede invece un Aeroporto di Classe D/E per velivoli di classe “D/E” travisando quindi anche gli incipit previsti nella Variante PIT.
La documentazione tecnica soggetta a valutazione parla di aeromobili di “Classe  D/E3 B757/200 Heavy & Super heavy”, quindi velivoli intercontinentali, che sono in aperto contrasto con gli indirizzi più volte annunciati anche della Regione stessa visto la  classificazione “Regionale”/City Airport dell’aeroporto. (all. §4)
Sulla questione della difficile Gestione Operativa siamo disponibili a confrontarci, ma quello che interessa oggi con il link sottostante è la conferma del Presidente Riggio e del Dott. Vergari che l’attuale pista di Firenze è SICURA e che non necessità di ulteriori interventi a garanzia dei “terzi sorvolati e trasportati” mentre l’intervento previsto a Firenze, in base al Regolamento ENAC, non è un semplice ampliamento e/o qualificazione, ma un Nuovo Aeroporto, PUNTO.!! (http://webtv.camera.it/evento/8090)

PRESO ATTO CHE

Non sono mai banali le verifiche sulla sicurezza del “Terzi Sorvolati e Trasportati” e che il quadro dell’areale senza andare troppo nella “specifica tecnica” prevede in particolar modo Professori e Studenti Polo Scientifico (3300 persone fra 250 e 450 metri dalla pista) i Militari della Scuola Marescialli (2000 persone a 5/600 metri dalla Pista) il traffico veicolare dovuto alla nuova viabilità di Via dell’Osmannoro (30.000 transiti giornalieri a 200/250 metri di distanza dalla pista, proprio sulla traiettoria decollo/atterraggio per testata 12, dove in fase di atterraggio il sorvolo è previsto a SOLI 15/20 metri di altezza da terra.
Traffico veicolare mai valutati in sede istruttoria di VAS/PIT come di Studio SIA per la valutazione VIA.

PRESO ATTO COME ESEMPIO

Il fuori Pista recentemente avvenuto all’Aeroporto di Orio a Serio/Bergamo con aeromobile Boeing 737/800 di classe similare all’Airbus 320 ed entrambi previsti come noi aeromobili per la Nuova Pista di Firenze, aereo che presumibilmente a causa di cattive condizioni meteo (precipitazione violenta con aquaplaning/wind shear) ha avuto un fuori pista, fortunatamente senza gravi danni per i “terzi trasportati e sorvolati”.
L’aeroporto di Bergamo ha una pista di 2937 metri (all. §5) per cui l’aereo ha percorso altri 300 metri prima di fermarsi (Totale 3237 metri).
Trasponendo l’evento sicuramente imprevedibile, ma sicuramente anche ripetibile nel tempo sulla nuova pista di Firenze, la Nuova pista ha 2400 metri di lunghezza, più 240 metri di RESA, ed ulteriori 600 metri circa prima di un eventuale impatto con la Scuola Marescialli direttamente in asse con la linea di atterraggio (Totale 3240 metri).

CONSIDERATO

Che se a tutto questo si aggiunge che in condizioni meteo avverse ci sono più rischi, che gli aeromobili necessitano di percorsi più lunghi per l’arresto (specialmente per gli aerei più grandi) e che l’intendimento del proponente è quello di utilizzare l’aeroporto in maniera estensiva anche per voli intercontinentali visto che nella documentazione della nuova aerostazione si dichiarano ben 24 piazzole sosta aeromobili di classe D e 2 di Classe E, rispetto agli originali aeromobili di classe C previsti dal PIT, perciò progettando di fatto qualcosa di diverso da quello che il Proponente sostiene di voler fare e la Regione intendeva originariamente autorizzare con la variante PIT.

INFORMATO 

Che oramai da diversi mesi è stato depositato presso le Procure un esposto teso a ravvisare se durante l’intero Procedimento di approvazione della Variante al PIT allora vigente, in conseguenza della Del. C.R. 61/2014 ed atti successivi, vi sia un possibile Reato Paesaggistico di Rilevanza Penale di cui al Dlgs 42/2004. (all. §6))

RICHIEDONO IN BASE A QUANTO SOPRA COMUNICATO

Ai Sindaci e ai Consiglieri delle Istituzioni in indirizzo di proporre, nei rispettivi Consigli e nelle rispettive Istituzioni, Ordini del giorno nei quali si chieda
espressamente al Presidente della Regione Toscana di non procedere alla presentazione del Ricorso contro la Sentenza del TAR Toscano , e di operarsi invece per attivare incontri con gli organismi rappresentativi territoriali , i comitati , le associazioni, i rappresentanti delle categorie economiche e sindacali della Piana per approfondire le tematiche e valutare ulteriori soluzioni alternative “ambientalmente, sanitariamente ed economicamente più sostenibili”
Gli scriventi si rendono disponibili unitamente anche ai propri tecnici per approfondire ulteriormente le tematiche, fornire documentazioni integrative e/o con contraddittori anche pubblici.

Coordinamento Comitati per la Salute della Piana di Prato e Pistoia
Mamme No Inceneritore – Firenze
Assemblea per la Piana contro le Nocività
Comitato No Aeroporto Campi Bisenzio
Comitato No Aeroporto Sesto Fiorentino
Comitato No Aeroporto Prato e Provincia
Comitato Mente Locale della Piana Campi Bisenzio
PerUnaltracittà-Firenze
Comitato No Tunnel Tav Firenze
Coordinamento Comitati Cittadini – Prato
Comitati di Piazza Mercatale – Prato
Associazione Prato Partecipa – Prato
Comitato per piazza Brunelleschi-No Scav.
Comitato L.U.C.I. – Firenze
Comitato Ambientale di Casale (Prato)
Comitato Difendiamo la Nostra Salute Prato Sud
Comitato Oltre Carmignano – Poggio a Caiano
Comitato per la Chiusura Inceneritore di Montale
VAS Vita Ambiente Salute – Prato
Associazione Rumors – Prato
Ass. ABC Alleanza Beni Comuni Pistoia
Ass. Acqua Bene Comune Pistoia

MASSIMO CECCHI. Un direttore e un uomo vissuto per dare un commento alla realtà dei fatti e all'ordine delle cose

«Beati i popoli che non hanno bisogno di eroi…». Di:Massimo Cecchi

“…Ora basta! Ci pare sia giunto il momento che i nostri eroi sconosciuti, figli di una pezzo di pane o di una casa vengano riconosciuti come tali da chi di dovere e che chi di dovere finisca di nascondersi, come da anni accade, dietro le gonnelle della mamma….” M. Cecchi

 

MASSIMO CECCHI. Un direttore e un uomo vissuto per dare un commento alla realtà dei fatti e all'ordine delle cose

MASSIMO CECCHI. Un direttore e un uomo vissuto per dare un commento alla realtà dei fatti e all’ordine delle cose

Bertolt-Brecht

Bertolt-Brecht

Prato-Anzi, per usare l’espressione originale, «Sventurato quel popolo che ha bisogno di eroi». È la frase che Bertold Brecht, nella Vita di Galileo, fa dire al grande scienziato, uno dei padri della nostra modernità. L’Italia , purtroppo, è un paese, una nazione che vive da anni e anni sull’ eroismo personale di pochi tra l’indifferenza generale dei molti. Solo alcuni di questi, e solo se colpiti direttamente, passano, struggendosi un po’ e in fondo controvoglia dalla parte degli eroi. Eroi, che voglio ricordare, non saranno mai riconosciuti come tali se non dopo anni e anni, e dopo, forse dei tremendi ribaltoni politici. Oggi, e non possiamo negarlo, i nostri eroi, quelli che ben pochi di noi sono pronti a riconoscere in quanto tali, sono coloro che nell’assurda speranza di far parte di un popolo, di una nazione, di una città si rivolgono alle istituzioni che beatamente se ne fregano e si limitano a dar risposte di comodo atte solo a guadagnar tempo “Saranno altri ad occuparsi dei fatti perché proprio io?” I nostri eroi, giornalieri, sconosciuti ai più, sono tutti coloro che hanno riconosciuto nella nostra nazione nel nostro popolo, nella nostra città quella certezza di sicurezza che nessuno ha poi potuto garantire loro. Oggi i nostri poveri e strappati eroi sconosciuti chiedono aiuto, in modo flebile, alle autorità e da queste non hanno che risposte atte al rinvio, “Vedremo cosa potremo fare” Nessuno dei nostri laceri eroi scende in piazza, hanno paura, hanno paura di personaggi che a oggi si arrogano il diritto di far delle loro vite il buono e cattivo tempo. Ora basta! Ci pare sia giunto il momento che i nostri eroi sconosciuti, figli di una pezzo di pane o di una casa vengano riconosciuti come tali da chi di dovere e che chi di dovere finisca di nascondersi, come da anni accade, dietro le gonnelle della mamma. Vogliono essere il simbolo di una Prato che rinasce? Vogliono scorgere in essa una nuova Berlino? Vogliono poter lavorare a una città diversa e più vivibile? Bene lo facciano pure nessuno ne arresterà il cammino, ma, e c’è un ma, prima risolvano i problemi dei nostri eroi senza tetto e senza cibo e dopo, solo dopo, vengano a raccontarci le “Balle” colossali su aeroporti, Buchi, e centri fieristici, sono fantasie semi erotiche di impotenti guardoni, niente di più.

Massimo Cecchi,  27 aprile 2015

FB_IMG_1472547007633

EMERGENZA TERREMOTO/SETTEMBRE PRATESE – La farsa delle incomprensioni Di: Lorena Bovicelli

“…sono sempre stata convinta che il nostro Biffoni peccherà in tante cose ma non ha l’ubiquità e la possibilità materiale di leggere chattare telefonare rispondere alle email… … ma che la maggior parte delle cose è affidata a chi deve vigilare negli uffici della comunicazione del Comune e riportare la notizia per informarlo…” L. Bovicelli

FB_IMG_1472547007633

Ogni volta mi verrebbe da dire che siamo alla frutta, ma con tutto questo ben di Dio di notizie che c’è da mangiare ogni giorno a Prato siamo sempre all’antipasto.
Ieri 29 agosto 2016 si è consumata l’ennesima farsa di scambi di incomprensioni fra politici nostrani di casa nostra!
All’inizio c’era la luce… no diciamo che la palla per primo l’ha lanciata il consigliere Aldo Milone con richiesta al Sindaco Matteo Biffoni di farsi promotore…

(http://iltirreno.gelocal.it/prato/cronaca/2016/08/29/news/terremoto-milone-il-comune-devolva-parte-dell-incasso-degli-spettacoli-del-settembre-1.14029901)

Dopo poche ore appare un articolo del sig. David Elmutter nel blog ‘Prato nel mondo’ che replica con tanto di foto che la richiesta è impossibile…

(http://pratonelmondointernal.altervista.org/inutile-propaganda-di-daviddavid-elmutter/)

Altro giro altra corsa, ecco dopo poco il Sindaco nuovamente riprendere lo spunto del blog per dare una risposta che prende in considerazione solo le ultime righe scritte dal Consigliere…

(http://iltirreno.gelocal.it/prato/cronaca/2016/08/29/news/il-sindaco-matteo-biffoni-milone-sul-terremoto-fa-solo-propaganda-1.14030493)

Ora senza essere un Sindaco senza essere un Consigliere senza essere soprattutto l’Ufficio Stampa del Comune e del Sindaco, sono sempre stata convinta che il nostro Biffoni peccherà in tante cose ma non ha l’ubiquità e la possibilità materiale di leggere chattare telefonare rispondere alle email nonchè andare in televisione rilasciare interviste infine visitare anche i cantieri del prossimo Jurassik Park del Pecci in sole 24 ore, ma che la maggior parte delle cose è affidata a chi deve vigilare negli uffici della comunicazione del Comune e riportare la notizia per informarlo.

Se però la notizia diventa un fake o una notizia farlocca il nostro Sindaco non può che rispondere in modo errato.

Come cittadino normale senza incarichi ho letto i tre articoli in ordine di uscita, ebbene senza prendere le difese di nessuno come non faccio accuse verso nessuno, chi ha letto e ha risposto si è fermato all’interpretazione dell’ultima frase, senza invece dare risalto all’intenzione della richiesta.

Fermarsi al cavillo dimostra superficialità!

Perchè andare a scomodare il cavillo a ricercare la clausola del contratto imbastire una polemica insana e insulsa quando pochi giorni prima si è consumata una tragedia in Italia con centinaia di morti?
Perchè qualche volta ho la sensazione che Il sindaco Matteo Biffoni non abbia il coraggio di dire, a chi lo consiglia o a chi gli riporta le notizie, un bel NO.
I soldi non fanno la felicità diceva mia nonna, ma non darli a chi ne ha bisogno fa perdere voti e consensi.

E RENZI AFFONDA CON IL PD.

Elogio del Cottimo Di: Giacomo Fiaschi

“…Abbiamo sentito vere e proprie professioni di cretineria illuminata da lampi d’imbecillità nel salottino di Vespa, la cui tappezzeria, ormai decadente, incomincia a puzzare tristemente a causa dei fatali effetti delle prostatiti….” G.Fiaschi

E RENZI AFFONDA CON IL PD.

… E RENZI AFFONDA CON IL PD….

In questi ultimi mesi il dibattito politico pubblico in Italia ha raggiunto livelli decisamente infimi, giungendo a sprofondare immensamente oltre il limite al di là del quale ci s’inabissa senza più nessuna speranza di riemergere se non cadaveri.
Abbiamo sentito vere e proprie professioni di cretineria illuminata da lampi d’imbecillità nel salottino di Vespa, la cui tappezzeria, ormai decadente, incomincia a puzzare tristemente a causa dei fatali effetti delle prostatiti.
Abbiamo visto scorrere fiumi di lacrime di coccodrillo sui cadaveri tirati fuori da sotto le macerie di terremoti raccontati dalla cronaca d’una morte annunciata da almeno sessant’anni.
Abbiamo ascoltato le chiacchiere di chi, con la pretesa di fare una riforma mille volte annunciata e mille volte rinviata, vorrebbe fat man bassa di una repubblica parlamentare democratica anche nella carta costituzionale, dopo che è già stata messa nel tritacarne e ridotta da tempo in polpette da cani nei fatti.
Abbiamo visto distruggere decine di migliaia di piccole imprese artigiane a causa del delirio di onnipotenza di professori, professorini, professoretti e professorucoli promossi a governanti.
Abbiamo sopportato le intemperanze adolescenziali di chi, passando da un quiz televisivo a premi a una poltrona di presidente di provincia, poi di sindaco, poi di segretario di un partito, è infine approdato a quella di presidente del consiglio dei ministri con smartphone incorporato e corte dei miracolati al seguito promettendo di rottamare tutto il fardello inutile di burocrazia e di superflui orpelli e invece l’unica cosa che è riuscito a rottamare è la speranza di uscire dalla crisi che ci sta ammazzando lentamente.
Personalmente, l’unica considerazione che mi sento di fare è la seguente: io mi sarei anche rotto i coglioni.
Se c’è qualcuno disposto a presentarsi con una lista credibile e decente di cose da fare bene, sono disposto a votarlo, qualunque sia l’etichetta che s’è appiccicato addosso.
Ad una condizione: che si guadagni lo stipendio in funzione dei risultati che riesce ad ottenere. Insomma un governo a cottimo.

Inutile propaganda Di: David Elmutter

Consiglio a Milone di documentarsi prima di scrivere lettere al sindaco e che il reale destinatario di tale missiva, al limite, sarebbe stata la società che ha sede nell’ex Chiesino di San Giovanni.

IMG-20160829-WA0008

Lungi da me prendere le difese dell’amministrazione Biffoni, però questa volta non posso stare zitto.
Il consigliere di “opposizione” Milone ha proposto di devolvere parte degli incassi del Settembre alle popolazioni che hanno subito il terremoto di pochi giorni fa.
Proposta encomiabile, ci mancherebbe, ma che ancora una volta dimostra come la “politica” di Milone sia incentrata esclusivamente sulla sua presenza mediatica.
Infatti il consigliere, con la sua richiesta al comune, dimostra di non avere nemmeno letto il bando di affidamento del Settembre 2016 e 2017.
Infatti nell’articolo 4 c’è scritto che gli incassi degli eventi saranno introitati da Fonderia Cultart, che quindi ne farà ciò che più desidera.
Infine nell’articolo 7 si legge espressamente che la stessa è esentata da COSAP (tassa suolo pubblico).
Consiglio a Milone di documentarsi prima di scrivere lettere al sindaco e che il reale destinatario di tale missiva, al limite, sarebbe stata la società che ha sede nell’ex Chiesino di San Giovanni.

 

Milone_terremoto

EMERGENZA TERREMOTO/ La proposta di ALDO MILONE

Pubblichiamo il documento inviatoci dal Consigliere Comunale ALDO MILONE, capogruppo di PRATO LIBERA E SICURA, relativamente alla proposta di devoluzione di parte dei proventi derivanti dalla prossima manifestazione del SETTEMBRE PRATESE alle popolazioni terremotate 

Milone_terremoto

 

 

FB_IMG_1472464277969

Il VICESINDACO FAGGI e il RAZZISMO DEI PRATESI Di: Lorena Bovicelli

“…A Prato, ripeto, non ho mai saputo di episodi di intolleranza razziale nè fisici nè materiali, se ci sono stati episodi di violenza sono sempre stati fatti da, diciamo, etnie diverse da quella italiana…” L. Bovicelli

FB_IMG_1472464277969

A chi giova presentare la città di Prato come una città RAZZISTA? A che gioco sta giocando questa Giunta?…

Ieri sera ho scritto…
”Mentre stavo cenando un dubbio atroce mi è ‘assssalito’ dallo stomaco!
Chi abbiamo come assessore alla Protezione Civile?”
Il web mi ha risposto… il vicesindaco Faggi, sai quello che viene pagato tutti i mesi con i soldi dei cittadini Pratesi razzisti!, come ci chiama lui (vergognoso)… mi ha risposto.
Che quarche santo in Paradiso ci guardi e ci aiuti, se il vicesindaco Faggi, quello pagato tutti i mesi con i soldi di noi cittadini Pratesi razzisti, come ci definisce lui (vergognoso) è alla Protezione Civile significa soltanto che rimarremo tutti sotto le macerie o morti affogati!
P.S. A proposito dimenticavo che come il Sindaco, anche il vicesindaco prende due stipendi, quello di vicesindaco e quello di assessore per un totale di oltre 120.000 euro al mese sbaglio? o me lo sono sognato?”

Mi aspettavo che qualcuno rispondesse alle mie due domande.
Infatti poco dopo la sig.ra Angela Grandi mi ha dato la sua spiegazione.
Sotto il sig. A.S. (voglio solo scrivere le iniziali!) ha scritto che avrebbe segnalato il tutto come una ‘bufala’.
A parte che io ho fatto due domande e mi aspettavo almeno una risposta concreta, ma, non contento, lo stesso signore stamattina senza però mettere il mio nome ha ripostato nella sua pagina quello che avevo scritto aggiungendo però ‘” attenzione gira nel web questa bufala condividete”‘.
Adesso questo post nella sua pagina non c’è più.
Ripeto o si risponde per delucidare quello che viene chiesto da un cittadino che non conosce i retroscena e la realtà delle cose, o definire ”bufala” quello a cui non si vuole dare una risposta mi sembra oltremodo sconcertante.

E ora le mie spiegazioni sono d’obbligo.
E’ un po’ di tempo che scrivo che il vicesindaco percepisce uno stipendio pagato dai Pratesi razzisti.
La mia reazione fu provocata il 10 luglio scorso quando apparve una foto… ”Questa è la squadra pratese che ha partecipato al mondiale antirazzista di Modena organizzato da uisp nazionale . Solo i razzisti parlano una lingua differente.” scrisse il vicesindaco nella sua pagina (il post c’è ancora ho controllato poco fa).
Dal momento che qui a Prato ultimamente quando qualcuno parla vengono tirate sempre fuori parole come ‘razzista fascista xenofobo ecc’ sia da alcuni personaggi politici sia dai giornalisti, come cittadina italiana e abitante a Prato mi sono sentita offesa.
(Consiglio di andare a leggersi la Storia, o leggere anche solo il vocabolario per dare una spiegazione di ampio respiro alla parola, sarebbe veramente un toccasana per chi la usa a sproposito!)
A Prato, ripeto, non ho mai saputo di episodi di intolleranza razziale nè fisici nè materiali, se ci sono stati episodi di violenza sono sempre stati fatti da, diciamo, etnie diverse da quella italiana.
Sicuramente molti dicono e scrivono del malcontento che serpeggia dappertutto grazie ad una situazione precaria causata dall’aumento della droga degli spacciatori per episodi di ordinaria violenza o maltrattamenti che non fanno più reputare sicuro vivere in una città come Prato, o anche mancanza e ritardi nell’avere attenzione dagli uffici del Comune.
E’ un malcontento che aumenta ed io non lo sottovaluterei.
Ad esempio fino a pochi anni fa uscire e tornare tardi la sera a piedi attraversando il centro non c’era la paura di venire aggrediti, soprattutto le donne, adesso ci sono zone dove anche alle due le tre di notte esplodono risse o litigi con urla e corse di individui forse ubriachi o altro, un superlavoro per le nostre Forze dell’Ordine che fino a tre anni fa non c’era!
Quando spesso leggiamo i giornali vediamo che vengono progettati e fatti solo interventi di natura ludica o materiale in determinate zone e non in altre, con la bocca degli organizzatori che si riempie della parola ‘integrazione’.
La comunità cinese è sempre al primo posto, e voglio mettere da parte anche tutte le ‘accuse’ che vengono fatte nei loro confronti di non integrazione e non rispetto delle regole.
Ma sorvoliamo anche su questo.
Ma poi perchè sorvolare?
Se un vicesindaco un sindaco una giunta non hanno a cuore la comunità di appartenenza mettendola almeno almeno al pari di altre (!!!) per attenzione e cura come posso io pensare che in caso di disastro riceveremo gli stessi aiuti di chi viene ‘protetto’ dall’amministrazione?

Page 1 of 8

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén